Circuiti che si auto-riparano

0
205

elettronicaUn team d’ingegneri dell’Università dell’Illinois (www.uillinois.edu) ha sviluppato un sistema di “auto-guarigione” che ripristina la conducibilità elettrica di un circuito rotto in pochi microsecondi. Gli ingegneri hanno collocato un gruppo di microcapsule piene di liquido metallico (una lega di indio e gallio) da 10 micron (0,01 mm) lungo tutta l’estensione del circuito. Se il circuito si rompe in qualche punto, lo stesso accade alle microcapsule (il 90% delle volte, la tecnologia è ancora in sviluppo). Il liquido interno fuoriesce e va a riempire la frattura sul circuito, ripristinandone la conducibilità fino al 99%. Tutto ciò funziona anche su circuiti stampati a più strati, come le schede madre dei nostri computer. Pensate ai dispositivi portatili sempre più ermetici e integrati. Non sono insolite rotture dei circuiti interni per cadute o usi poco consoni. Le microcapsule potrebbero aiutare a risolvere i problemi immediatamente. L’uso di questo sistema potrebbe avere un interessante risvolto anche sull’inquinamento: meno prodotti rotti, meno spazzatura elettronica.

 

LASCIA UN COMMENTO