Al Technology Hub è di scena l’innovazione tecnologica

0
773

 

Dal 17 al 19 maggio 2018, al  MiCo – fieramilanocity di Milano, la terza edizione del Technology Hub – L’evento professionale delle tecnologie innovative promosso da Senaf, metterà in mostra l’innovazione tecnologica a 360 gradi.

Numerose recenti ricerche evidenziano l’importanza degli investimenti in innovazione per tutte le aziende che vogliono crescere in efficienza, redditività e livelli occupazionali. Il progresso tecnologico è l’elemento decisivo per la crescita di un’azienda.

Il rapporto Cerved Pmi 2017, sottolinea come le imprese con alta propensione a investimenti e innovazione hanno ottenuto nel periodo 2007-2015 un tasso di crescita del fatturato del 14,6%; quelle che cercano di fuggire dalla globalizzazione hanno registrato un tasso di decrescita del -3,9%.

Seguendo questo trend, i dati del recente Assintel Report confermano la traiettoria positiva del mercato dell’Information Technology italiano nel 2017 con una crescita del +3,1% e una stima del +1,9% per il 2018. L’economia della Digital Transformation, in Italia cresce complessivamente del +16,4%, per un totale di oltre 14 miliardi di euro. Tutti i vari segmenti registrano un segno positivo: IoT +16,4%, Cognitive +20,5%, Cloud +27,8%, Big Data & Analytics +20,9%, Realtà Aumentata e Virtuale + 335,6%, Wearable +155,7%.

E’ in questo contesto di costante evoluzione e sviluppo che Technology Hub  si posiziona come appuntamento di riferimento da non perdere.

Technology Hub, giunto alla 3° edizione, offrirà l’occasione ideale per scoprire in un unico appuntamento tutte le novità riguardanti i principali comparti dell’innovazione (dalla stampa 3D all’additive manufacturing, passando per la realtà aumentata e virtuale, l’elettronica e l’internet delle cose, i materiali innovativi, i droni, la robotica collaborativa e di servizio, l’app economy), mettendo in contatto professionisti e aziende con i fornitori delle nuove tecnologie specializzate. Un viaggio attraverso i settori strategici che stanno rivoluzionando il mondo industriale, dove condividere e trovare idee, fare networking, in un ambiente di integrazione e contaminazione delle competenze.

Ogni settore avrà una propria identificazione con aree dimostrative e piazze di approfondimento, workshop e iniziative speciali, per aiutare il visitatore a scoprire le migliori tecnologie di domani, per il business di oggi.

All’interno di Droni Hub, ad esempio, grazie a un ricco programma di convegni e workshop sui temi più strategici per lo sviluppo del settore e alla collaborazione con la rivista DRONEZINE, verranno coinvolte le community e i professionisti interessati ad acquistare droni e/o avvalersi di servizi con aeromobili a pilotaggio remoto.

Sono sempre più numerose le applicazioni specializzate dei droni in ambito lavorativo. Tra queste, i rilevamenti agricoli e la mappatura dei terreni coltivati hanno i maggiori tassi di crescita. Dalla semina automatizzata alla gestione del taglio monitorate in tempo reale, i droni hanno un ruolo vitale nel futuro delle colture. Possono meccanizzare alcune fasi della coltivazione, eliminando il costo dell’errore umano e permettendo ai coltivatori di reagire velocemente alle minacce (come siccità e insetti nocivi) massimizzando i guadagni e il ritorno d’investimento. All’interno della Piazza Droni di Technology Hub, imprese e professionisti potranno toccare con mano le soluzioni, valutare le tecnologie e comprendere al meglio le prospettive commerciali e le potenzialità legate all’utilizzo dei droni (terrestri, aerei, marini) e sarà possibile tenere workshops, speech tecnici e formativi per raccontare ai visitatori le case history d’eccellenza che ogni azienda ha realizzato.

L’evoluzione delle tecnologie, la gamma di materiali utilizzabili e le dimensioni raggiungibili, stanno rendendo la stampa 3D un aspetto fondamentale per l’industria. Non solo a supporto della prototipazione di oggetti fisici, ma anche per la produzione di oggetti finiti e di uso funzionale. Secondo il rapporto 3DPrinting Spending Guide di IDC, il mercato mondiale della stampa 3D vanta un tasso di crescita annuo del 27% che porterà il fatturato globale del comparto a 26,7 miliardi di dollari nel 2019. All’interno dei settori 3DPrint Hub, dedicato alla stampa 3D desktop professionale, e Additive Manufacturing Hub dedicato al rapid manufacturing e alla stampa 3D industriale verranno mostrate le ultime novità in tema di macchine, materiali e servizi per la prototipazione e la produzione rapida e saranno riuniti i molteplici settori di destinazione in cui questa tecnologia trova applicazione: dall’automotive all’elettronica, dall’aerospace fino al medicale passando per il design, l’architettura e il dentale

Il settore medicale rappresenta un ambito di destinazione in costante crescita anche per il mondo della robotica. Vanno sempre più diffondendosi, robot chirurghi, protesi robotiche, automi per la riabilitazione, sistemi per l’assistenza agli anziani, dispositivi per semplificare la vita a chi ha problemi di mobilità o non è autosufficiente. Secondo le stime dell’International Federation of Robotics (Ifr) non solo la robotica medicale, ma anche i robot collaborativi industriali e di servizio, avranno una crescita esponenziale entro il 2019. Il salone Robot Hub offrirà una panoramica sulle nuove applicazioni robotiche che possono essere concretamente introdotte anche nelle aziende di piccole e medie dimensioni di molti mercati diversi.

Nella tre giorni di Milano, verranno messe in evidenza anche tutte le novità nel campo della realtà aumentata e virtuale all’interno del salone AR /VR Hub: la PIAZZA AR/VR sarà il luogo d’incontro B2B tra gli sviluppatori di applicativi ed hardware Ar/Vr con le aziende visitatrici in cerca di soluzioni tecnologiche innovative da inserire nei propri processi di business.

I materiali che danno forma all’innovazione saranno i protagonisti dello spazio Material Hub. All’interno di questo settore si terrà l’iniziativa “Materials matter: materiali del futuro”: uno spazio in cui saranno presenti materiali trasparenti, traslucidi, colorati, che assolvono a soluzioni funzionali diverse, strutturali, comunicative o anche solo puramente artistiche. Si parlerà anche di nanotecnologie e di economia circolare,  con un approccio data driven per la sostenibilità delle industrie 4.0 .

A Technology Hub ci sarà anche un settore interamente dedicato alla App Economy: si tratta di B App. Dalla produzione alla vendita, dal marketing alla comunicazione, le App B2B si dimostrano strumenti vincenti, capaci di aumentare efficienza ed efficacia in qualsiasi processo economico.

All’interno della PIAZZA IOT verranno sviluppate le tematiche più innovative del mercato, strategiche per l’acquisizione di un evidente vantaggio competitivo rispetto ai competitor: dalla blockchain all’industry 4.0, passando per la cyber security, lo smart working e i data robotics.

I numeri di Technology Hub 2017. 7.353 visitatori, 147 espositori, 500 prodotti innovativi, 18 iniziative speciali, 112 workshop e convegni, 280 ore di formazione. 8 settori dedicati all’innovazione: dalla stampa 3D all’additive manufacturing, passando per la realtà aumentata e virtuale, l’elettronica e l’internet delle cose, i materiali innovativi, i droni, la robotica collaborativa e di servizio, l’app economy. Molteplici gli ambiti di applicazione esplorati: tecnologie industriali; medicale; dentale; edilizia e architettura; arredo e design; arte e beni culturali; gioiello e bijoux; moda e calzatura; retail; didattica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here