La visione nel Food & Beverage

Marco Diani, Presidente e cofondatore di Image S.

L’industria alimentare, seconda industria manifatturiera italiana e riferimento sempre più forte del Made in Italy,  è costantemente monitorata dalla nostra rivista e anche quest’anno abbiamo sollecitato le aziende che realizzano e forniscono sistemi e soluzioni per questa particolare categoria di processi produttivi a esprimere le loro opinioni sullo stato dell’arte del settore.

Il parere di Marco Diani, Presidente e cofondatore di Image S.

Verso Industry 4.0

Nella nostra inchiesta del 2017 ci si era focalizzati sull’impatto di Industry 4.0. Riteniamo questo aspetto ancora importante, per cui:  Quali le soluzioni di automazione che a vostro avviso più di altre stanno veicolando, o lo faranno a breve, le aziende del F&B verso una digitalizzazione dei processi come formalizzata da Industry 4.0? Vi è una crescita negli investimenti per l’innovazione?

Ciò che sta veicolando le aziende del settore alimentare verso la digitalizzazione dei processi è l’utilizzo sempre più diffuso di sistemi remotizzati e di sensori dotati della capacità decisionale remota e la raccolta di dati istantanei sulla produzione. La digitalizzazione dei processi, particolarmente utile per gli impianti che si trovano in siti remoti, è enfatizzata dalle nuove tecnologie poiché la possibilità di accedere alle macchine in tempo reale da qualsiasi località permette di intervenire tempestivamente in caso di guasti. La manutenzione predittiva aiuterà sempre più le aziende negli obiettivi di riduzione dei costi ed aumento dell’efficienza.

Le proposte al mercato

Quali sono le vostre proposte di sistemi e soluzioni di automazione per il mondo del Food&Beverage? Quali i plus che meglio qualificano la vostra offerta come omogenea con le esigenze e le aspettative dell’industria alimentare?

L’industria alimentare e delle bevande necessita di bottiglie, barattoli, lattine e contenitori esenti da difetti e contaminazione nelle linee di riempimento automatizzate. A velocità di produzione superiori a 70.000 contenitori all’ora, un operatore umano non è in grado di svolgere questo compito: le telecamere ad alta velocità sono la soluzione ideale per un sistema di ispezione così altamente automatizzato.

Le telecamere con interfaccia GigE Vision Genie Nano di Teledyne DALSA, distribuite in Italia da Image S, uniscono i sensori CMOS più avanzati del settore, fra cui Pregius di Sony e Python di On Semiconductor e soprattutto i sensori Saphire, Emerald e Lince di Teledyne e2V, a una telecamera ottimizzata per velocità elevate integrate con funzionalità estese di controllo in una custodia compatta e robusta, oltre a garantire una temperatura di lavoro molto estesa (che assicura un MTBF elevatissimo). Grazie alla tecnologia brevettata TurboDrive di Teledyne DALSA, le Genie Nano sono in grado di raggiungere velocità di trasferimento dei dati che possono arrivare fino al 40% in più rispetto ai valori GigE Vision standard.

Per le applicazioni del settore alimentare Image S propone anche le telecamere ad infrarosso (LWIR) non raffreddate Calibir di Teledyne DALSA, che offrono prestazioni eccellenti per l’acquisizione di immagini e massima flessibilità in un formato molto compatto. La piattaforma basata su microbolometro copre le lunghezze d’onda da 8 a 14 µm e supporta un’ampia gamma di interfacce, ottiche e funzionalità di elaborazione avanzate a bordo, grazie a un’architettura che offre molte più funzionalità e possibilità. La serie Calibir DX sfrutta algoritmi avanzati di elaborazione delle immagini che arricchiscono il contenuto dell’immagine stessa, ottimizzando il contrasto per mostrare i dettagli più fini indipendentemente dalle condizioni di variazione all’interno della scena. Senza alcun intervento manuale, la serie Calibir DX fornisce immagini di alta qualità in modo affidabile, in tutte le condizioni.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here